Cos’è l’amore ?

Questo è il mio primissimo post che ho scritto sul mio primo Blog.
Era tra il 2012-2013, non ricordo bene. Ero emozionata. Ho aperto il blog così, per provare a scrivere e “aprirmi” col mondo del web. Trovare persone che condividessero la mia stessa passione: l’emozione di raccontarsi, di scrivere, di vivere.

E ho voglia di condividerlo con voi, e con tutti quelli che avranno voglia di leggerlo..o di rileggerlo.
Buona lettura !

Cos’è l’amore? Quante volte ci avranno detto e/o letto questa frase !
Cos’è l’amore? L’amore è un sentimento che si manifesta quando meno te lo aspetti. Inizia col sudore, con quel battito al cuore. Quando ti scrive “a domani” e il giorno dopo non fai altro che controllare il cellulare in attesa di un suo messaggio, che non arriva.
L’amore è l’ansia, l’emozione, il battito, la paura. La paura di perdere, un giorno, tutto. Lui o lei.

I primi mesi sono fatti di gioie. Ma i dolori non mancano mai. Mai, perché ad un certo punto inizi ad ingelosirti, di tutto ciò che gli e/o le sta attorno.
Credi di non essere all’altezza, che magari sceglierà qualcun altro/a e tu resterai lì con la rabbia e il rimorso di non aver fatto abbastanza.

Cos’è l’amore? se non la paura di perdere chi ami ?
Cos’è l’amore?  se non quell’emozione che sa darti solo quella persona ?
Cos’è l’amore ? se non la Vita ? Perché l’amore è VITA.

L’amore fa parte di ognuno di noi.
L’amore è inteso non solo come amare qualcun altro fatto di carne e ossa e con il sangue nelle vene, l’amore è anche passione. Passione in tutto ciò che fai.
L’amore è un libro che sembra parlare di te, l’amore è scrivere, raccontarsi attraverso un foglio bianco con quell’inchiostro nero.

L’amore è come comporre una canzone, comporre un piatto. Mescolarlo ai sentimenti. Mescolarlo di vita.

L’amore è una cosa semplice, come dice una famosa canzone di Tiziano Ferro.

 

E aggiungo, l’amore è anche emozionarsi di fronte ad un paesaggio. O verso il cielo. L’amore è Tutto.

926491_669883203080357_416186717_n 1515837_704038149634216_1369538678_n 10246177_1474219966141212_1678201469_n 10249372_562676430514619_668239220_n 10254255_580811688681788_490549953_n 10354466_709927819066707_2096579538_n

Ciao.

Può sembrare banale, ma è sempre un’emozione aprire un nuovo blog.
Ed è per questo che inizio con un semplice “Ciao”, perché è dove tutto inizia. Tutto sommato, un blog è un po’ come un amico, tu scrivi e scrivi poi sta agli altri decidere se leggere ciò che scrivi e condividere le tue idee, oppure ignorarti e continuare a fare altro. Il mondo è bello perché è vario, ecco perché inizio con un semplice “ciao”. Io intanto l’ho detto, poi sta agli altri decidere di rispondere oppure scegliere di ignorare. Proprio come si fa per strada. Quando saluti a qualcuno che credi di conoscere e saluti dicendo un “ciao”, e aspetti…ed intanto chi hai salutato nemmeno si gira e va via.

Un blog è come quella via che non sai se prendere o no. Può essere una scorciatoia, oppure può allungarti la strada. E tu sei nel mezzo che pensi “vado di qua ? O vado di la ?”. E scegli di prendere la strada nel mezzo. Magari non è né l’una e né l’altra. Ma scegli di rischiare. Perché come dicono i saggi, e non Francesco Sole che ricicla le frasi degli altri, “chi non rischia non vive davvero”.

E allora voglio rischiare.
Ho già una specie di Blog su Tumblr, ma ho voglia di cambiare.
E coincidenza vuole che dopo un anno che ho scritto e condiviso qualcosa lì, cambiassi completamente. Coincidenza ? Non lo so.

Ma ho voglia di cambiare. Crescere. Avere nuove idee. Crearmi una nuova strada.
Inizialmente avevo aperto lì un mio blog perché ero inesperta (e lo sono ancora), per approcciarmi un po’ a questo mondo di condividere e vedere le cose.

Voglio tornare a vedere quel foglio bianco, e a raccontare. Proprio come facevo quando ero piccola.
Non mi va di parlare del singolo del momento, del film che mi ha colpito, o di tante altre robe simili. Magari sicuramente continuerò a farlo. Ma per adesso no, adesso ho voglia di scrivere.

Solo questo.

10424533_686715284733740_1863004581_n

E questa sono io.
Lo so, nessuno fa a botte per conquistarmi. Ma di certo so chi e come conquistare le persone che mi stanno a cuore. E tante volte ci riesco. Certo, non godo di BFF, ma sono felice delle persone che ho scelto.

Ok…mi sto divulgando troppo e ancora non ho detto niente. O forse sì. O forse no.

Ecco un mio grande difetto. Non so mai cosa dire, se dirlo e perché dirlo. Certe volte lo dico e basta. Altre volte ci penso 188292 volte, faccio un bel respiro, e poi decido di stare zitta che forse è meglio. Al contrario di altri che parlano, parlano e parlano e non dicono mai niente.

Ah, aspetta..neanche io ho detto niente in questo primo post. Ma vabbé, questo è un altro discorso.

Forse è anche colpa del tempo. Diciamocela tutta, è assurdo che il 30 luglio piova come se non ci fosse un domani ed io sono bianco-cadavere. In realtà questo è il mio colorito naturale, però non ho nemmeno la scusa di poter andare 2 giorni al mare, ustionarmi, però almeno dopo tanto dolore posso finalmente tornare a scuola a settembre e vantarmi di quella poca abbronzatura sofferta sulla mia pelle.

A proposito, ecco di cosa ancora non vi avevo parlato. Io studio per diventare chef. O una cuoca. Non mi piace aspirare troppo in altro. Poi tra coccobello di qua, e coccobello di la, questo sta diventando il mestiere più difficile del mondo.
Perché non basta solo saper cucinare, ma bisogna anche sapersi reinventare, avere tante idee, essere creativo e studiare, studiare, studiare. Ed è lì che casca l’asino. Ovvero io. Si non amo molto studiare, ma per fare ciò che più amo al mondo, sono disposta anche a fare qualche sacrificio. E a studiare.

Spero di poter proseguire con questo mio nuovo “progetto”.

Intanto vi dico ancora una volta “ciao”. E mi raccomando, il “visualizzato alle…” senza risposta, FUORI DA QUESTO BLOG. Ne abbiamo già troppi nella vita.

Mi scuso se ci sono errori, ma tendenzialmente non amo correggerli, o come diceva il caro Giovanni Paolo II, “se sbaglio, mi corrigerete” !